• Home
  • Come pulire il bollitore acqua: guida pratica

Come pulire il bollitore acqua: guida pratica

Tè, camomilla e tisane sono la mia passione.

Ho assaggiato un sacco di gusti diversi, sperimentato varietà e provato tutti gli effetti benefici di queste splendide bevande.

E sai cosa mi piace ancora di più?

Preparare tutto da me comodamente a casa.

È una soddisfazione seguire ogni passaggio della preparazione e gustare il risultato finale.

Lo so, a volte può volerci davvero un sacco di tempo.

E poi ci vogliono gli strumenti giusti.

Il bollitore – per esempio – è fondamentale.

Per preparare decotti, camomille e bevande del genere è indispensabile.

Non ha bisogno di molto per svolgere il suo dovere.

Basta soltanto dell’acqua calda ed il gioco è fatto.

Se anche tu sei un appassionato di queste bevande ed ami preparare tutto con attenzione, voglio darti un consiglio.

Non acquistare un bollitore tradizionale.

Ci vuole troppo tempo.

Scegli un bollitore elettrico.

E perché?

Questa variante moderna scalda l’acqua molto più velocemente, impiega meno tempo a svolgere il suo dovere ed occupa poco spazio in cucina.

Ma c’è un piccolo difetto.

Cioè?

Trattandosi di un elettrodomestico è necessario pulirlo quotidianamente.

E sai come pulire bollitore elettrico?

Devi fare molta attenzione al procedimento che utilizzi, perché un piccolo sbaglio può alterarne il funzionamento, o peggio, romperlo.

Per evitare questi spiacevoli inconvenienti ho deciso di scrivere questo articolo in cui ti spiegherò i segreti per effettuare una pulizia bollitore perfetta.

Come pulire bollitore acqua

Come pulire il bollitore dell’acqua efficacemente

Devo fare una piccola premessa.

Il metodo di pulizia che devi adottare per questo elettrodomestico dipende soprattutto dall’uso che ne fai.

Che significa?

Ti faccio un esempio.

Se hai l’abitudine di bere quotidianamente una camomilla o un tè, è necessario che tu faccia una pulizia ordinaria e costante di questo strumento.

E perché?

Perché con una manutenzione errata c’è un rischio molto elevato di formazione di calcare bollitore.

Ed il calcare impiega davvero pochissimo per rendere inutilizzabile questo strumento.

Fidati.

Con un po’ di attenzione rimuoverai definitivamente delle fastidiose incrostazioni che a lungo andare potrebbero rivelarsi molto dannose.

Davvero?

Certo.

Se lo sporco diventa molto insistente, eliminare il calcare nel bollitore richiederà l’utilizzo di detersivi ed altri prodotti chimici molto potenti.

Ma puoi evitare tutto questo.

E come?

Dedicando una piccola parte del tuo tempo alla pulizia con l’aceto calcare.

E quale aceto bisogna usare?

Aceto bianco.

E se vuoi fare un lavoro certosino, aiutati con del succo di limone.

Ma tranquillo.

Tra poco ti spiegherò come utilizzare al meglio entrambi.

Servendoti di aceto e limone il bollitore elettrico resterà sempre pulito.

E non c’è alcun rischio di intossicazione.

Il calcare in questo elettrodomestico non ha più scampo.

Voglio darti un altro piccolo suggerimento riguardo il problema del bollitore calcare.

Cioè?

Oltre all’uso dell’aceto ed il limone, fai molta attenzione alla fase dell’asciugatura di questo strumento.

Perché?

Perché è un momento fondamentale per pulire bollitore elettrico calcare.

Se non viene effettuata correttamente, lo sporco rischia di diventare molto resistente e può causare anche dei danni alla resistenza elettrica.

E lascia che te lo dica.

Metti da parte tutti quei prodotti chimici che vengono indicati come soluzioni perfette per questo problema.

Perché? Non sono utili?

Pensaci un attimo.

Il bollitore per funzionare ha bisogno dell’acqua che poi andremo a bere.

E se prima dell’acqua sono stati utilizzati dei prodotti chimici potrebbe rimanere qualche residuo che potrebbe causare danni al nostro corpo.

Aceto per pulire il bollitore elettrico

Uno dei rimedi per il calcare aceto.

È davvero fondamentale.

Perché?

Perché questa sostanza non ha alcun effetto negativo per il nostro organismo.

E poi è anche più efficiente di molti altri prodotti in vendita.

Mi raccomando.

Utilizza l’aceto bianco per decalcificare bollitore.

E come si usa?

Segui queste indicazioni:

  1. Riempi tre quarti del bollitore con l’acqua ed aggiungi il restante con l’aceto bianco (se hai difficoltà nel regolarti con le dosi, usa un altro contenitore misurato e poi versa tutto gradualmente nel bollitore)
  2. Adesso lascia trascorrere una notte in modo tale che l’aceto svolga la sua funzione di anticalcare bollitore
  3. Lava a fondo l’elettrodomestico per eliminare ogni residuo della miscela usata per pulire

Il gioco è fatto.

Ma devo dirti anche un’altra cosa.

Alla fine di questo procedimento ti conviene anche far bollire l’acqua almeno una volta.

Perché?

Dopo la pulizia bollitore elettrico è un suggerimento utile, perché ti evita la spiacevole sorpresa di “gustarti” una tisana al sapore di aceto bianco.

Fatto anche questo il bollitore è come nuovo.

Ogni quanto bisogna effettuare quest’operazione?

Non spessissimo.

Farlo una volta ogni 3 mese va benissimo.

E mi raccomando usa acqua ed un panno ogni giorno.

Un’ultima cosa.

Per sfavorire la formazione di calcare nel bollitore usa dell’acqua filtrata.

È ideale per preservare l’elettrodomestico nelle migliori condizioni.

Succo di limone per pulire il bollitore elettrico

Ed il limone invece?

Non l’ho dimenticato tranquillo.

È un rimedio eccezionale per pulire bollitore dal calcare.

E come funziona?

Serve soltanto del succo di limone.

Per via della sua elevata acidità risulta essere efficace per la rimozione di ogni traccia di sporco.

E per pulire il bollitore è fondamentale.

Ecco cosa devi fare:

  1. Metti uno o 2 cucchiai di succo di limone con dell’acqua e fai bollire il tutto (la quantità di succo di limone varia in base a quanto sporco c’è nel bollitore)
  2. Dopo l’ebollizione spegni l’elettrodomestico e lascia agire la miscela per un’ora
  3. Passato il tempo puoi rimuovere tutto con l’aiuto di una spugnetta
  4. Lava nuovamente l’elettrodomestico ed effettua una nuova bollitura

A questo punto lo strumento sarà come nuovo.

Fidati.

Il limone è un ottimo rimedio nella questione di come decalcificare il bollitore.

Bicarbonato per pulire il bollitore elettrico

Voglio svelarti un altro piccolo segreto per la pulizia del bollitore.

E sarebbe?

L’uso del bicarbonato di sodio.

E lo puoi acquistare praticamente in ogni negozio.

Come si usa nella pulizia del bollitore?

Ora te lo spiego:

  • Mescola acqua con un cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • Fa bollire il tutto
  • Lascia agire la miscela anticalcare per 20 minuti
  • Svuota il bollitore e lava tutto a fondo (soprattutto l’interno dell’elettrodomestico) con l’acqua fredda

A questo punto il bicarbonato avrà eliminato ogni traccia di incrostazione dovuta al calcare.

E per pulire la parte esterna dello strumento invece?

In questo caso la storia è diversa.

Perché?

Perché la parte esterna del bollitore non ha il ruolo di contenere la bevanda che poi ingeriremo.

Quindi puoi utilizzare tranquillamente il detersivo per i piatti per mantenerla sempre lucente e pulita.

Mi raccomando.

Dopo aver lavato tutto con attenzione, asciuga l’elettrodomestico per bene.

In questo modo non si formeranno aloni.

E un’altra cosa.

Non immergere mai il bollitore completamente in acqua.

Perché?

Trattandosi di un elettrodomestico ha una resistenza a serpentina che si romperebbe in pochi attimi.

Ed ogni quanto bisogna pulire la parte esterna del bollitore?

Basta una volta a settimana e sarà sempre in uno stato ottimale.